Privacy Information

Con il Regolamento Ue 2016/679 vengono:
• Introdotte regole più chiare su informativa e consenso;
• Definiti i limiti al trattamento automatizzato dei dati personali;
• Poste le basi per l’esercizio di nuovi diritti;
• Stabiliti criteri rigorosi per il trasferimento degli stessi al di fuori dell’UE;
• Fissate norme rigorose per i casi di violazione dei dati.


Oggetto dell’informativa all’interessato
Qualora i dati siano raccolti presso l’interessato, nel momento in cui sono ottenuti, il Ministero fornisce all’interessato:
• L’identità e i dati di contatto del titolare del trattamento e, ove applicabile, del suo rappresentante;
• I dati di contatto del responsabile della protezione dei dati, ove applicabile;
• Le finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali nonché la base giuridica del trattamento;
• Qualora il trattamento sia necessario per il perseguimento del legittimo interesse del titolare del trattamento o di terzi e a condizione che non prevalgano gli interessi o i diritti e le libertà fondamentali dell’interessato che richiedano la protezione dei dati personali, in particolare se l’interessato è un minore, i legittimi interessi perseguiti dal titolare del trattamento o da terzi;
• Gli eventuali destinatari o le eventuali categorie di destinatari dei dati personali;
• Ove applicabile, l’intenzione del titolare del trattamento di trasferire dati personali a un paese terzo o a un’organizzazione internazionale e l’esistenza o l’assenza di una decisione di adeguatezza della Commissione o, nel caso dei trasferimenti di cui all’articolo 46 o 47, o all’articolo 49, secondo comma, il riferimento alle garanzie appropriate od opportune e i mezzi per ottenere una copia di tali dati o il luogo dove sono stati resi disponibili.
• Inoltre, a garanzia di ulteriori informazioni necessarie per garantire un trattamento corretto e trasparente:
• Il periodo di conservazione dei dati personali oppure, se non è possibile, i criteri utilizzati per determinare tale periodo;
• L’esistenza del diritto dell’interessato di chiedere al titolare del trattamento l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati (articolo 12 del Regolamento);
• Qualora l’interessato abbia espresso il consenso al trattamento dei propri dati personali per una o più specifiche finalità o nel caso di trattamenti di categorie particolari di dati personali l’esistenza del diritto di revocare il consenso in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca (articolo 12 del Regolamento);
• Il diritto di proporre reclamo a un’autorità di controllo;
• Se la comunicazione di dati personali è un obbligo legale o contrattuale oppure un requisito necessario per la conclusione di un contratto, e se l’interessato ha l’obbligo di fornire i dati personali nonché le possibili conseguenze della mancata comunicazione di tali dati;
• L’esistenza di un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione di cui all’articolo 22, paragrafi 1 e 4, e, almeno in tali casi, informazioni significative sulla logica utilizzata, nonché l’importanza e le conseguenze previste di tale trattamento per l’interessato.
• Se il titolare del trattamento intenda trattare ulteriormente i dati personali per una finalità diversa da quella per cui essi sono stati raccolti, prima di tale ulteriore trattamento fornisce all’interessato informazioni in merito a tale diversa finalità e ogni ulteriore informazione pertinente.
• Qualora la raccolta dei dati personali non sia ottenuta presso l’interessato,
• Il Ministero - sempre che non disponga già delle informazioni; la comunicazione non risulti impossibile o implicherebbe uno sforzo sproporzionato; l’ottenimento o la comunicazione sono espressamente previsti dal diritto dell’unione Europea; i dati personali debbano rimanere riservati per obbligo di segreto professionale disciplinato dal diritto dell’unione o dello stato membro - è, altresì, tenuto a fornire le seguenti informazioni:
• Le categorie dei dati personali in questione;
• La fonte da cui hanno origine i dati personali e l’eventuale loro accessibilità al pubblico;
• Il termine ragionevole dell’ottenimento dei dati personali, al più tardi entro un mese o, se ne è prevista la comunicazione, non oltre la prima comunicazione all’interessato o ad altro destinatario.

Finalità del trattamento e base giuridica
I dati personali raccolti saranno trattati, conservati ed archiviati dal Ministero per adempimenti operativi, amministrativo-contabili e/o di altra natura connessi alla gestione delle attività istituzionali e per adempimenti legati ad obblighi di legge.
L’origine del trattamento può risiedere in una norma di legge, nell’adempimento di un contratto, nella soddisfazione di una richiesta dell’interessato.
I dati verranno trattati per tutta la durata necessaria per la corretta e completa erogazione della prestazione richiesta, ovvero per il complessivo trattamento dei dati necessario all’attività, coerentemente agli adempimenti connessi agli obblighi di legge.
Un trattamento di dati che si protragga oltre la scadenza temporale connessa, deve quanto meno essere preceduto da una nuova informativa ed essere sottoposto, ove richiesto, al consenso dell'interessato.
Obbligo di conferimento dei dati
Qualora il conferimento al trattamento dei dati personali non costituisca obbligo di legge o contrattuale, il mancato conferimento potrebbe comportare difficoltà, per la competente Struttura, di erogare la prestazione richiesta.

 

  • Last Modified: 22/09/2018.